Luce sul sentiero
Questa luce in sè stessi

Bali Silent Retreat

“Dall’albero del silenzio pende il suo frutto, la pace.”
Arthur Schopenhauer

Il Bali Silent retreat è un centro di meditazione, preghiera e yoga situato nel cuore di Bali, circondato dalle suggestive risaie a terrazza balinesi, dalla foresta tropicale, da acque termali e dal monte sacro Batu Karu. Il centro non è un ashram, non c’è un credo nè un guru di riferimento. La partecipazione ai vari eventi della giornata è libera e non vi è nessuna regola tranne: il silenzio!! Non è permesso infatti interloquire con gli altri meditanti all’interno del ritiro. I cellulari ovviamente devono essere tenuti spenti o in silenzio. Esiste comunque una chatting area situata di fronte alla reception che è ideale per i fumatori e per chi vuole fare due chiacchiere. Si può uscire dal centro quando si vuole ma bisognerebbe sempre informare la reception dei propri spostamenti, tra le attività extra viene consigliata infatti una camminata di un’ora nelle bellissime risaie balinesi, per lasciarsi trasportare da questo paesaggio senza tempo. Il primo giorno vengono consegnate le lenzuola e gli asciugamani e una tazza per tenere il tè caldo. Per gli uomini esistono solo camere singole mentre per le donne esiste una camerata mentre per le coppie sono disponibili alcuni bungalow privati. Leggi tutto

La vita nel Wat Pah Nanachat con i Teravadha della foresta

 “Se hai tempo per respirare hai tempo per meditare.”
Ajan Chah

Il Wat Pah Nananchat è un monastero internazionale  (dove si parla prevalentemente inglese) che diffonde gli insegnamenti del buddhismo Theravada. Il Theravada è la più antica delle forme di buddhismo oggi esistenti infatti il nome significa letteralmente “la scuola degli anziani” ed è la forma predominante nel sud est asiatico specialmente in Thailandia, Laos, Cambogia e Birmania. Il monastero, che è situato in una piccola foresta a circa 15 km da Ubon Ratchathani (una città nell’estremo est della thailandia non molto lontano dal fiume Mekong ed il confine con il Laos), fu creato da Ajan Chah nel 1975 per venire incontro all’esigenza di diffondere gli insegnamenti del buddhismo Theravada ai molti uomini occidentali (per lo piu britannici) che si spinsero sin qui verso la fine degli anni ’60 ed inizio ’70. Ajan Chah già fondatore del grande monastero Wat Nong Pah Pong nel 1954 (sempre nella città di Ubon) si fece portatore internazionale di quell’antichissima tradizione che vede i monaci vivere nelle foreste vicino ai villaggi.  Leggi tutto