Luce sul sentiero
Questa luce in sè stessi

Benessere

Le 3 energie sottili: Prana, Tejas, Ojas.

Commenti disabilitati su Le 3 energie sottili: Prana, Tejas, Ojas.
“L’energia è sempre in movimento verso l’esterno o verso l’interno. Non può mai restare ferma: se fosse ferma non sarebbe energia, ma non esiste nulla che non sia energia. Quindi, tutto si sta muovendo in qualche modo.”
Osho

Esistono 3 energie sottili che caratterizzano chi noi siamo e come viviamo: prana, tejas e ojas. Grazie alla dieta, al pranayama, allo yoga ed uno stile di vita adeguato possiamo mantenerle bilanciate  garantendo al corpo fisico buona salute e longevità. Queste forme sottili sono il corrispettivo energetico dei 3 dosha.Vediamole insieme.

PRANA

É la forza vitale legata all’energia dell’aria, rappresenta la creatività e l’entusiasmo per la vita; è l’espressione sottile di VATA. É responsabile di dare vita agli organismi, è responsabile di coordinare il respiro e della comunicazione di tutte le cellule del nostro corpo. La digestione, la circolazione del sangue e del plasma, l’evacuazione dipendono dal prana quindi esso è strettamente legato al primo ed al quarto chakra (centri energetici). Prana controlla le funzioni della mente e del pensiero così come delle emozioni. Una persona con poco prana sarà svogliata, assente e debole. Prana può essere innalzato con gli esercizi di pranayama.

Leggi tutto

I 3 guna

“I veda parlano dei tre guna, sii senza i tre guna o Arjuna, libero dalla dualità, sempre fermo nella purezza, non dipendente dal possesso di cose, padrone del sé….”
Baghavad Gita, Cap.2 V. 45.

Secondo il Samkhya (la più antica di tutte le filosofie indù) la madre natura, o grande madre prende il nome di prakriti che rappresenta anche il potenziale puro della materia ovvero la sua espressione femminile. Purusha invece rappresenta il principio complementare: il pontenziale della coscienza pura, che ne è l’espressione maschile.

Per il Samkhya prakriti viene descritta da tre qualità: i 3 guna (dal sanskrito: “cio che lega”). Tutta la materia che ci circonda è permeata da queste 3 qualità, ognuna in percentuali diverse; l’evoluzione cosmica dipende dal loro incessante combinarsi. I guna sono sicuramente uno dei pilastri della scienza ayurvedica soprattutto in campo psicologico.

TAMAS

Tamas (dal sanskrito: oscurità) rappresenta l’oscurità, l’inerzia. Le persone tamasiche non possono vederà la di la della propria mente: risulteranno così pigre, svogliate, affaticate, a volte violente. Tamas porta confusione, torpore e attaccamento al mondo materiale. Se la nostra mente è attaccata a pensieri violenti o negativi significa che abbiamo una mente tamasica, il nostro corpo diventa tamasico se non lo manteniamo in movimento. Esistono cibi tamasici, quelli più pesanti da digerire, luoghi tamasici di oscurità e preoccupazione. Leggi tutto