“Nessuna cosa ci appartiene, soltanto il tempo è nostro.”
Seneca
Il tempo resta ancora oggi uno dei grandi misteri della fisica, nonostante ci siamo ormai evoluti da un idea di tempo lineare ad un modello curvo, avvicinandoci così all’idea di ciclicità e ripetizione connettendo così le antiche filosofie orientali alla scienza moderna. La fisica quantistica ha già ampiamente dimostrato che il tempo che passa è soltanto un illusione, esso definisce lo spostamento nello spazio, ma non esiste per se stesso, ma solamente in relazione di quest’ultimo: senza tempo non esisterebbe lo spazio e viceversa. Il tempo definisce quindi per le nostre menti il cambiamento, però pur esistendo un tempo standard scandito da ore, minuti e secondi, la percezione cambia in base all’osservatore: due ore con la nostra/o innamorata/o ci sembreranno 2 minuti e 2 ore in coda sull’autostrada ci sembreranno un eternità. La percezione del tempo dunque è solo mentale e dipende da circostanze esterne e da come noi reagiamo a codeste circostanze.  Leggi tutto