Luce sul sentiero
Questa luce in sè stessi

Archive: Feb 2018

Le 3 nadi principali

“Tra l’ano e l’organo virile si trova il centro di base, il Muladhara, che è come una matrice, uno yoni (organo femminile). Là è la ‘radice’ a forma di bulbo ed è là che si trova l’energia fondamentale Kundalini avvolta tre volte e mezza su se stessa. Come un serpente, essa circonda il punto di partenza delle tre arterie principali tenendosi in bocca la coda proprio davanti all’apertura dell’arteria centrale (Sushumna).”
Siva Samhita

Esiste dentro di noi una forza, un ‘energia non utilizzata da molti, un’energia dormiente. La sua culla è il chakra radice come cita la Shiva Samhita, qui tranquilla riposa attendendo il giorno del risveglio. La scienza stessa sta cercando di dimostrare come la mente ed il corpo fisico non siano sfruttati al loro massimo potenziale e sappiamo bene che mente e corpo sono strettamente connessi tanto da essere uno conseguenza dell’altro, la mente genera il pensiero che è energia così come la materia è nient’altro che energia in movimento. Il nostro corpo è fatto da elettroni che ruotano attorno al loro nucleo lasciando la maggior parte dello spazio vuoto, questo significa che la realtà che percepiamo attorno a noi è un’esperienza di vibrazione. Come abbiamo visto esistono 7 centri vibratori chiamati chakra, ognuno di essi caratterizza chi noi siamo sia a livello mentale che fisico, e la nostra salute ed equilibrio dipendono dal loro equilibrio. Questi centri sono allineati lungo la colonna vertebrale e proprio lungo questa colonna che si collocano i 3 nadi principali. La parola nadi in sanscrito significa letteralmente, flusso o vibrazione, significa che come l’acqua il flusso si muove lungo un canale di minor resistenza. Esistono 3 canali principali che si collocano rispettivamente nel sistema nervoso simpatico destro e sinistro e nel parasimpatico. Ricordiamo che il sistema simpatico serve pe l’attività e il movimento mentre quello parasimpatico governa la digestione ed il risposo.
Leggi tutto

Sahasrara: il settimo chakra

“La fede comincia là dove la ragione finisce.”
Soren Kierkegaard

Il chakra della corona si trova al di fuori del corpo fisico, appena sopra la corona. Attraverso questo centro possiamo connetterci con la forza creatrice e con l’universo. Qui la dualità scompare, tutto diventa uno, qui si arriva al samadhi (l’ultimo degli 8 stadi dello yoga). Non vi è una conoscenza intellettuale in questo chakra, che invece contiene la nostra pace, la nostra armonia; connettersi con questa energia significa andare sopra la mente, sopra la conoscenza, abbandonando l’ego. È il punto di incontro tra morte e coscienza infinita, non c’è separazione perché tutta l’energia dell’universo è interconnessa, quello che sperimentiamo come separazione è un illusione delle nostre menti. Quanto siamo capaci di connetterci con il mondo spirituale e di lasciare che esso penetri la nostra vita quotidiana?

Qui sviluppiamo la devozione, l’ispirazione, le idee trascendentali e l’energia vitale (Prana) entra dentro di noi proprio attraverso questo centro energetico portando vitalità e pace. Quando questo canale è chiuso la persona perde la gioia di vivere e di comunicare con il mondo, per questo è importante mantenere il nostro sahasrara attivo e forte. Vediamo nella seguente tabella le sue caratteristiche principali: Leggi tutto