Luce sul sentiero
Questa luce in sè stessi

Il poliziotto e il giudice

“La più alta forma di intelligenza umana è la capacità di osservare senza giudicare”.
Jiddu Krishnamurti

Questo è un diretto insegnamento del mio maestro Isacc V.A.

La nostra calma e serenità è costantemente minata dalla nostra capacità di autocontrollarci e di autogiudicarci. Quando non riusciamo a vivere la vita pienamente è perchè stiamo dando ascolto a due voci che sono metaforicamente rappresentate dal poliziotto e dal giudice (non se ne vengano a male queste categorie che invece sono molto utili per l’ordine della  nostra società), prendendo in considerazione ovviamente l’aspetto  negativo che essi rappresentano per le nostre menti.

IL POLIZIOTTO

Ogni volta che decidiamo di cambiare vita, ogni volta che stiamo per fare una scelta, magari azzardata, magari controtendenza, che non rispetti le regole della società in cui viviamo, sentiamo dentro di noi una voce, questa voce è il nostro poliziotto personale che costantemente vigila e ci bisbiglia “sei sicuro? sai cosa stai facendo? ti rendi conto delle conseguenze di ciò che stai per fare?”. Tutti abbiamo prima o poi dato ascolto a questa voce causando non pochi problemi nella nostra mente! Mi viene spontaneno chiederti; “di cosa hai veramente paura? di fallire? di non essere all’altezza? Prova ad osservare dentro tè stesso perchè non riesci a prendere una decisione. Ogni volta che vedi un cioccolatino non pensare “non dovrei mangiarlo, ma per una volta….”, riesci a mangiarlo senza generare una forma di pensiero? Così facendo stai creando tensione nel tuo corpo, quindi mangialo senza pensare o se sai che ti fa proprio male allora non farlo ed elimina il problema immediatamente. Leggi tutto

Esperienza con la Willka: ballando con la medicina

“Dio ti rispetta quando lavori, ma ti ama quando danzi.”
Massima Sufi

Come spesso mi capitò con il primo incontro con le piante enteogene, anche questa esperienza fu dettata dal caso. Mentre camminavo e contemplavo la meravigliosa natura di Rumi Wilco una riserva naturale a soli 10 minuti di cammino da Villcabamba (nel sud dell’Ecuador): uno dei paesi più belli ed affascinanti del sud America, incappai in due ragazzi: uno svedese conosciuto qualche giorno prima ed un ragazzo norvegese che mi disse di stare entrando a fare un ritiro con Ayahuasca, San pedro e Willka. Trovai strana la scelta di usare diverse piante nella stessa settimana (a tuttoggi è una opzione che non sceglierei), ma la parola Willka fece suonare qualcosa dentro di me. In cerca di più informazioni decisi di accompagnarlo verso la casa dello sciamano dove mi sentii bene da subito, dopo pochi minuti di attesa arrivò un uomo di media-bassa statura, tratti latini, magro, i capelli neri e radi e gli occhi brillantissimi, pieni di luce: il suo nome era Miguel. Ci sedemmo e Miguel con molta calma mi parlò della Willka.
Leggi tutto